giovedì 4 maggio 2017

Workshop di Archeologia: La Sicilia e il Mediterraneo

La Consulta della Cultura di Sciacca, in collaborazione con il dipartimento di Culture e Società dell’Università di Palermo, organizza un workshop di Archeologia per offrire l’opportunità di conoscere i principi di base della disciplina e i siti archeologici limitrofi più importanti. Il coordinatore del corso sarà il prof. Nunzio Allegro, docente di Archeologia Classica presso l’Università di Palermo, che organizza ogni anno a Sciacca, presso il sito di Rocca Nadore, una campagna di scavi a scopo didattico e scientifico coinvolgendo studenti e ricercatori.
Il lavoro svolto dal prof. Allegro offre a Sciacca l’opportunità di scoprire la sua storia e le sue remote origini. Pochi conoscono il sito di Rocca Nadore e pertanto vi è il rischio di perdere un grande patrimonio di conoscenza che invece andrebbe gelosamente custodito e adeguatamente valorizzato sia sotto il profilo culturale che turistico. Per tali ragioni la Consulta della Cultura si è fatta promotrice di un workshop, il cui ricavato sarà utilizzato per garantire l’alloggio a 10 studenti e ricercatori che per 30 gg. opereranno a Sciacca nel sito di Rocca Nadore.


Il workshop prevede 3 lezioni e 2 visite guidate. Le lezioni offriranno un quadro storico e archeologico del Mediterraneo e della Sicilia dall’età del Bronzo alla colonizzazione greca, mentre le visite guidate a Selinunte e agli scavi di Rocca Nadore permetteranno di conoscere questi due importanti insediamenti della Sicilia antica, nonché i metodi di ricerca adottati dagli archeologici per studiare un sito.
Il programma prevede:
-  17/05, ore 17:00-La Sicilia e il Mediterraneo tra la tarda età del Bronzo e l’età del Ferro
-  18/05, ore 17:00-La Sicilia e il Mediterraneo nel periodo della colonizzazione greca
-  19/05, ore 17:00-La colonizzazione greca nella Sicilia occidentale
-  21/05, ore 09:00-Selinunte: storia e archeologia di una colonia greca. Visita a Selinunte e alle Cave di Cusa
-  18/06, ore 09:00 - Visita agli scavi di Rocca Nadore.
La quota di partecipazione al Corso è di 30,00€ per un numero massimo di 40 partecipanti, con priorità per i docenti delle discipline umanistiche e artistiche della scuola secondaria. Il Corso avrà una durata complessiva di 16 ore, di cui 6 ore di lezioni frontali e 10 ore per le visite guidate.
Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione valido ai fini dei crediti formativi.

giovedì 25 febbraio 2016

Collaborazione, Cura e Valorizzazione di Sciacca


Dopo oltre un anno dalla presentazione della sua prima bozza, il "Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la valorizzazione dei beni comuni urbani della città di Sciacca” è approdato, grazie alla Consulta della Cultura di Sciacca, in consiglio comunale, dove è stato approvato all'unanimità. 
È una svolta, su diversi fronti e a tanti livelli. Da un lato si prende atto che Sciacca ha finalmente aperto le sue porte all'amministrazione condivisa, dall'altro si è reso disponibile uno strumento capace di liberare energie che attendono solo di trovare il modo di esprimersi compiutamente.


Cittadini attivi e amministratori pubblici avranno a disposizione un anno per proporre, sperimentare e confrontarsi sul regolamento e questo servirà a ricostruire quei legami che tengono assieme la società, erosi invece, negli ultimi anni, da conflittualità e da interessi personali.
L’invito, rivolto a tutti, è di ripartire dal basso per ricostruire un nuovo modo di fare società, dedicando parte del proprio tempo alla cura dei beni comuni materiali e immateriali dei luoghi in cui viviamo. Molti di noi hanno già iniziato a farlo e silenziosamente stanno portando avanti iniziative utili alla collettività.
La Consulta della Cultura, dal canto suo, intende proseguire la strada già intrapresa in questi ultimi anni, integrando nell'ambito delle proprie iniziative culturali, una necessaria riflessione sulla città e sui temi del regolamento.
L'esperienza maturata con il progetto del MIA (Mercato Ittico Aperto) costituirà la nostra prima proposta di "Patto di Collaborazione".

                                             video

domenica 10 gennaio 2016

La cultura che va "a ruba"

Nella nostra città spesso capita di sentir lamentare la gente perchè mancano le attrazioni o perchè non si organizza nulla per migliorarla dal profilo culturale e dell'accoglienza ma allo stesso tempo non si fa nulla per cambiare le cose. Capita anche , purtroppo, che chi cerca di fare qualcosa per innovare la città debba pentirsene amaramente.
E' il caso dei tanti atti vandalici che avvengono in città da parte di elementi che restano poi impuniti. Ultimo della serie è l'atto perpetrato ai danni dello Spazio Kappa, centro espositivo creato nell'estate scorsa dall'urban farmer Katia Licari in Vicolo San Leonardo con l'intento di innescare una miccia per la riqualificazione e una nuova vita del quartiere ebraico di Sciacca. In occasione della mostra "The gift", organizzata per il periodo natalizio, era stato installato un telone grigio con le k azzurre nella scalinata adiacente lo spazio.
Un modo per riqualificare il vicolo e, perchè no, offrire riparo dal sole o dal cattivo tempo. Qualche notte fa il telone è stato asportato.





 La Consulta della Cultura, della quale fa parte anche l'Associazione Kappa, condanna tale atto considerandolo uno sfregio verso chi si impegna nel proprio piccolo giornalmente per la città e la sua crescita culturale e si pone le seguenti domande: a che fine si priva gli altri di qualcosa per cui si è lavorato per diverso tempo? Qual è l'idea di cultura che si sta diffondendo, soprattutto tra i giovani? Cosa si deve fare per riqualificare le vie della città senza che qualche mente perversa possa agire indisturbata?

sabato 9 gennaio 2016

Il nostro bilancio su MIA

Si è conclusa da pochi giorni MIA (Mercato Ittico Aperto), settimana di appuntamenti culturali indetta dalla Consulta della Cultura nei locali che ospitavano il mercato ittico della città di Sciacca.

La voglia di voler riusare un bene comunale da tempo abbandonato come location di eventi culturali è stata più forte delle difficoltà che si presentano in situazioni del genere. In poco tempo è stato possibile organizzare un programma di eventi con la collaborazione delle associazioni facenti parte della consulta: dalla presentazione del libro "Il Sud vola", alle performance musicali che hanno visto esibirsi Ivan Segreto, Gregorio Indelicato, Salvatore Crapanzano e i Cannella, dalle opere di Alessandro Mucaria sulle pareti dell'edificio al workshop di street art a cura di Marco Make e Katia Licari, dal colapranzo con gli amici di Skenè alla proiezione di "Note dolenti" di Nino Sabella, dal momento teatrale della Compagnia dell'isola al reading di TeatrOltre. 

MIA ha abbracciato diversi ambiti culturali, ospitando spettatori con interessi differenti, incuriositi dalla nuova veste del mercato ittico che non ha abbandonato del tutto gli elementi che lo contraddistinguono come tale (le bilance, i lavelli, i tavoli, le sedie), ma che ha visto anche un allestimento tale da ospitare i vari eventi.













Una scommessa nata da una proposta dell'associazione Temple Bar e che è stata resa possibile grazie alla collaborazione delle associazioni L’Altra Sciacca, Circolo di Cultura, Italia Nostra, Compagnia dell’Isola, Factory, TeatrOltre, Temple Bar, Euforicamente, Ritrovarsi, Kappa.

La manifestazione ha visto anche il patrocinio del Comune di Sciacca ed il contributo di: Avis, Bar del Corso, Circolo Nautico il Corallo, Gregò, Cantine Corbera, Cantine De Gregorio, Mediterranea Fish, Azienda Agricola La Chiusa, Scalia, Feudo Arancio, Tipografia Fazello, Ristorante Porto San Paolo, Pizzeria Conte Luna e Papai.

La Consulta della Cultura li ringrazia tutti unitamente agli artisti che si sono esibiti e agli intervenuti che hanno apprezzato non poco l'iniziativa chiedendo una replica in breve tempo. 
Se tale struttura continuerà a rimanere inutilizzata sicuramente la Consulta della Cultura avanzerà nuove proposte ed in tal senso si sta già muovendoin linea con i patti di collaborazione previsti dal regolamento, mossa dall'entusiasmo dell'esperienza appena conclusa.

martedì 5 gennaio 2016

Stasera si conclude MIA 2015/2016

Si avvia a conclusione l'esperienza del MIA (Mercato Ittico Aperto) , intrapresa dalla Consulta della Cultura di Sciacca. Si svolgerà, infatti, oggi alle 18 l'ultimo appuntamento previsto dal programma della manifestazione. Si tratta di un reading a cura degli attori di TeatrOltre dal titolo "Un'ora di bene comune. Parliamo e sperimentiamo".

Ieri intanto è stata la volta del workshop di streetart a cura di Marco Claude, conosciuto anche come Marco Make, che ha spiegato ai presenti cos'è il vero street art e le tecniche per realizzarlo, coinvolgendoli a sua volta nella realizzazione di un pannello con questa tecnica.



Ricordiamo che MIA ha luogo nei locali che ospitavano il mercato ittico di Sciacca, nella zona portuale, ed è organizzata dalla Consulta della Cultura di Sciacca ed in particolare dalle seguenti associazioni: L’Altra Sciacca, Circolo di Cultura, Italia Nostra, Compagnia dell’Isola, Factory, TeatrOltre, Temple Bar, Euforicamente, Ritrovarsi, Spazio K.

La manifestazione vede il patrocinio del Comune di Sciacca ed il contributo di: Avis, Bar del Corso, Circolo Nautico il Corallo, Gregò, Cantine Corbera, Cantine De Gregorio, Mediterranea Fish, Azienda Agricola La Chiusa, Scalia, Feudo Arancio, Tipografia Fazello, Ristorante Porto San Paolo, Pizzeria Conte Luna e Papai.

Vi aspettiamo numerosi per quest'ultima serata.

sabato 2 gennaio 2016

Spazio alle nuove idee: Skenè al MIA


Il MIA continua a dare voce e spazio alle idee e a tutti coloro che credono in questo progetto. Domenica 03 Gennaio alle ore 11.30 venite al nostro "brunch" presso il Mercato Ittico Aperto. Tra un pasto dolce e uno salato potrete ascoltare la performance musicale della scuola di arti, musica e spettacolo di SKENE'.


Ricordiamo che MIA ha luogo nei locali che ospitavano il mercato ittico di Sciacca, nella zona portuale, ed è organizzata dalla Consulta della Cultura di Sciacca ed in particolare dalle seguenti associazioni: L’Altra Sciacca, Circolo di Cultura, Italia Nostra, Compagnia dell’Isola, Factory, TeatrOltre, Temple Bar, Euforicamente, Ritrovarsi, Spazio K.

La manifestazione vede il patrocinio del Comune di Sciacca ed il contributo di: Avis, Bar del Corso, Circolo Nautico il Corallo, Gregò, Cantine Corbera, Cantine De Gregorio, Mediterranea Fish, Azienda Agricola La Chiusa, Scalia, Feudo Arancio, Tipografia Fazello, Ristorante Porto San Paolo, Pizzeria Conte Luna e Papai.

Durante il concerto sarà messa a disposizione una colazione di dolce e salato preparata e offerta dal Bar del Corso di Sciacca.



Compagnia dell'Isola al MIA


Nuovo anno e nuove proposte culturali al MIA con la storica compagnia teatrale di Sciacca la "Compagnia dell'Isola" che come componente della Consulta della Cultura di Sciacca ha sposato il progetto e contribuisce con una propria iniziativa teatrale. L'appuntamento è alle ore 18.00 presso il Mercato Ittico Aperto. Ingresso gratuito. Vi aspettiamo!!!



Ricordiamo che MIA ha luogo nei locali che ospitavano il mercato ittico di Sciacca, nella zona portuale, ed è organizzata dalla Consulta della Cultura di Sciacca ed in particolare dalle seguenti associazioni: L’Altra Sciacca, Circolo di Cultura, Italia Nostra, Compagnia dell’Isola, Factory, TeatrOltre, Temple Bar, Euforicamente, Ritrovarsi, Spazio K.

La manifestazione vede il patrocinio del Comune di Sciacca ed il contributo di: Avis, Bar del Corso, Circolo Nautico il Corallo, Gregò, Cantine Corbera, Cantine De Gregorio, Mediterranea Fish, Azienda Agricola La Chiusa, Scalia, Feudo Arancio, Tipografia Fazello, Ristorante Porto San Paolo, Pizzeria Conte Luna e Papai.
Si è verificato un errore nel gadget